10 Milioni di persone colpite da una violazione dei dati singola in Australia, Dice OAIC
CYBER NEWS

10 Milioni di persone colpite da una violazione dei dati singola in Australia, dice relazione


Informazioni appartenenti a più di 10 milioni di persone in Australia è stata colpita in una sola violazione dei dati. La divulgazione della manifestazione deriva dal l'Ufficio del Commissario australiano per l'informazione (OAIC). Con la popolazione attuale di circa 25.4million, questo significa che quasi la metà dell'Australia è stata colpita.



La violazione dei dati è stato segnalato per OAIC nell'ambito del regime notificabile violazioni dei dati tra gennaio e marzo, 2019, e se ne andò pubblico nel Rapporto statistiche trimestrali.

Violazioni dei dati in Australia: i dettagli

Secondo il rapporto, attacchi dannosi o penali rappresentavano 131 violazioni dei dati in questo trimestre, mentre l'errore umano rappresentato 75 violazioni dei dati. Nove violazioni dei dati sono stati innescati da errori di sistema.

Gli attacchi dannosi o penali differiscono da violazioni di errore umano nel senso che sono deliberatamente predisposti per sfruttare le vulnerabilità note per guadagno finanziario o di altro. Molti incidenti in questo trimestre sembrano avere le vulnerabilità sfruttate che coinvolgono un fattore umano, come ad esempio cliccando su un e-mail di phishing o utilizzando tecniche di ingegneria sociale o la rappresentazione di ottenere l'accesso alle informazioni personali in modo fraudolento.

Il rapporto, tuttavia, non ha rivelato alcun dettaglio circa la violazione dei dati che coinvolgono 10 milioni di individui. Il numero totale di violazioni OAIC è stato notificato circa è 215, giù dal 262 violare incidenti segnalati nel mese di ottobre – Dicembre dello scorso anno.

Correlata: 1.9 Miliardo di dischi esposti a violazioni dei dati nel 1 ° trimestre del 2019.

Un totale di 186 violazioni informazioni di contatto colpiti, rendendo questo tipo di PII più rilevanti per il trimestre. Per quanto riguarda i settori più colpiti, il settore superiore per segnalare violazioni dei dati è stato il settore privato erogatore di servizi sanitari (settore sanitario) con 27%. La seconda fonte era finanza con 13%, seguito dal legale, settore contabilità e servizi di gestione, il settore dell'istruzione privata, e il settore retail.

E 'curioso notare che la più grande fonte di violazioni dei dati nel settore della sanità è stato un errore umano con 52%, con i trigger come l'invio di informazioni personali al destinatario sbagliato per e-mail, emissione accidentale o di pubblicazione di informazioni personali (20%) o la perdita di documenti o la conservazione dei dati del dispositivo (23 per%).

Secondo un altro Q1 2019 rapporto condotto dal Risk Based Security, il totale delle palesi violazioni dei dati per il periodo è 1903. Queste violazioni esposte più di 1.9 miliardi di record che fanno il primo trimestre 2019.

Milena Dimitrova

Milena Dimitrova

Uno scrittore ispirato e gestore di contenuti che è stato con SensorsTechForum fin dall'inizio. Incentrato sulla privacy degli utenti e lo sviluppo di malware, crede fortemente in un mondo in cui la sicurezza informatica gioca un ruolo centrale. Se il buon senso non ha senso, lei sarà lì per prendere appunti. Quelle note possono poi trasformarsi in articoli! Seguire Milena @Milenyim

Altri messaggi

Seguimi:
Cinguettio

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termine è esaurito. Ricarica CAPTCHA.

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...