CYBER NEWS

Quando un database di fughe compromessi 1.3 Miliardi di Spam indirizzi e-mail

Un operatore di spam ha fatto un grosso errore, per usare un eufemismo. Dopo un backup del spammer dietro l'operazione che non è stata sicure è trapelata nel web, ha rivelato circa 1.3 miliardi di indirizzi da cui i messaggi di spam possono e probabilmente sono stati inviati. In aggiunta a quelli, è stato anche scoperto che il database aveva una lista di più indirizzi IP ei nomi effettivi.

La minaccia è stata studiata dalla società di sicurezza, MacKeeper da gennaio, 2017. La banca dati trapelato, non a causa di qualcuno hacking, ma a causa di errori cruciali nella sua configurazione che ha portato a molti utenti di essere influenzata da questa.

Anche se non è stata fissata correttamente, Betanews hanno riferito che il contenuto di questo database è utilizzato per inviare e-mail automatizzati con lo spam in loro, più specificamente in giro 1 miliardi di e-mail per 24 orario. E non solo qualsiasi e-mail di spam, ma le e-mail che possono avere contenuti malware o altri strumenti di hacking.

Altri documenti trapelati anche

Ma questa perdita non ha rivelato account di posta elettronica esclusivamente falsi, ma anche log delle chat, altri conti e dei piani aziendali di fiume City Media (l'operazione di spammer). Da quello che i ricercatori hanno visto, credono che un sacco di ricerca è stata effettuata per venire in questo enorme database. Credono anche che ci vogliono anni per costruire un database così massiccio.

Ciò che fa paura a questo proposito è che alcuni account e nomi utilizzati appartengono a persone reali, anche se i dati possono essere un po 'obsolete. I ricercatori sono alle prese con l'analisi di tutta l'operazione, semplicemente perché se si tratta di pura e semplice dimensione.

Un'altra tecnica utilizzata dagli spammer sono stati anche dirottamento di indirizzi IP stranieri tramite tecniche illegali e software. Dopo la scoperta, più società interessate che supportano servizi di posta elettronica, come Microsoft e Yahoo sono stati contattati da esperti di ricerca di spam Chris Vickery, Salato Hash e Spamhaus. La cattiva notizia è che l'hacker chiuso tutti i suoi server di fronte alla legge risponde anche.

Proprio adesso, l'impatto di questi “servizi” non può essere calcolato e come danneggiato le operazioni di “River City Media” sono colpiti.

Avatar

Ventsislav Krastev

Da allora Ventsislav è un esperto di sicurezza informatica di SensorsTechForum 2015. Ha fatto ricerche, copertura, aiutare le vittime con le ultime infezioni da malware oltre a testare e rivedere il software e gli ultimi sviluppi tecnologici. Avendo Marketing laureato pure, Ventsislav ha anche la passione per l'apprendimento di nuovi turni e innovazioni nella sicurezza informatica che diventano un punto di svolta. Dopo aver studiato la gestione della catena del valore, Amministrazione di rete e amministrazione di computer delle applicazioni di sistema, ha trovato la sua vera vocazione nel settore della cibersicurezza ed è un convinto sostenitore dell'educazione di ogni utente verso la sicurezza online.

Altri messaggi - Sito web

Seguimi:
Cinguettio

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termine è esaurito. Ricarica CAPTCHA.

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...