CYBER NEWS

Google Dunzo infranto da hacker sconosciuti: I dati sono stati dirottati

Google Dunzo, che è una società di avvio di consegna su richiesta, ha pubblicato un annuncio in cui si afferma che è stato violato dai criminali. Il messaggio dell'incidente è stato pubblicato sabato e fornisce ulteriori informazioni sull'evento.




Gli hacker informatici penetrano in Google Dunzo e dirottano dati sensibili fin dall'inizio

Google Dunzo come una delle startup di spicco di Google è stata oggetto di attacchi di hacking. I criminali sono stati in grado di violare la compagnia, la notizia è arrivata un annuncio ufficiale che è stato pubblicato sabato. Secondo le informazioni diffuse un gruppo di hacking sconosciuto è stato in grado di violare Dunzo e dirottare i dati sensibili.

Correlata:
È stato scoperto che il gruppo di hacking di Evilnum utilizza strumenti di hacking avanzati di altri noti criminali collettivi come Cobalt, FIN6 e altri
Evilnum Hacking Group utilizza strumenti realizzati da Cobalt, FIN6 e altri

Il motivo dell'intrusione è a infiltrazione del server che è stato individuato in uno dei data center dei partner utilizzati dal servizio. L'istruzione mostra che questo server è stato utilizzato contiene dati sensibili — in particolare le informazioni di contatto per i clienti. Al momento non è nota l'esatta vulnerabilità attraverso la quale i server sono stati violati. Tuttavia supponiamo che le intrusioni siano state monitorate e siano state corrette al fine di proteggere i sistemi da ulteriori attacchi di hacking. Mentre si prevede che i dati rubati possano essere messi in vendita sui mercati sotterranei di Internet a scopo di lucro o che gli utenti ricattati non sono stati ancora segnalati incidenti di questo tipo.

Quando è stata rilevata l'intrusione, la società ha rintracciato le informazioni dirottate guardando i dati a cui gli hacker hanno avuto accesso. È risaputo che nessuna informazione sulla carta di pagamento è trapelata poiché tali record vengono archiviati solo temporaneamente dai server durante la processione. Quello che sappiamo è che i dati esposti sono indirizzi e-mail e numeri di telefono delle vittime.

Avatar

Martin Beltov

Martin si è laureato con una laurea in Pubblicazione da Università di Sofia. Come un appassionato di sicurezza informatica si diletta a scrivere sulle ultime minacce e meccanismi di intrusione.

Altri messaggi - Sito web

Seguimi:
CinguettioGoogle Plus

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termine è esaurito. Ricarica CAPTCHA.

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...