Casa > Cyber ​​Notizie > Nuovi problemi di privacy e rischi per la sicurezza di Google Allo
CYBER NEWS

Le Preoccupazioni relative alla privacy Nuovo Google ALLO e rischi per la sicurezza

google-allo-snowden-twitter-sensorstechforum“Non utilizzare il nuovo Google Allo”, "Google Allo invade la tua privacy" e altre dichiarazioni hanno iniziato a sollevare le sopracciglia di molti attivisti e ricercatori della privacy. La preoccupazione principale è che il nuovo chat bot creato da Google che può aiutare gli utenti a fare piani e scoprire diverse informazioni conservi anche i registri della chat e possa essere utilizzato per migliorare i servizi di Google e quindi invadere anche la privacy degli utenti. Molti si sentono divisi sul nuovo servizio e abbiamo deciso di fare più luce su come funziona esattamente Google Allo.

Diversi fatti primari riguardano gli esperti di ricerca. Uno di questi è qualcosa che viene fatto a seguito delle norme sulla privacy di Google: la connessione con l'app non è crittografata. Non è necessaria una conoscenza avanzata per sapere che questa è una minaccia alla sicurezza immediata, perché è anche un'opportunità redditizia per gli hacker di ascoltare quali sono i tuoi piani per il fine settimana, se hanno interesse in questo, ipoteticamente.

Ciò è stato fatto principalmente perché Google potrebbe voler utilizzare questo strumento per espandere gli algoritmi di apprendimento che li aiutano a svilupparsi nel campo dell'intelligenza artificiale. Questo è sicuramente vantaggioso per Google, perché miglioreranno la risposta automatica e altri servizi ma assomiglia a un coltello a doppia lama, perché può comportare anche l'invasione della privacy.

Inoltre, esperto di intelligence sulla sicurezza e ex-NSA Edward Snowden ha anche twittato che la nuova app Google Allo potrebbe fungere da gateway per le forze di polizia e i governi e potrebbe inviare ogni messaggio che ha registrato su richiesta del governo.

Non solo questo, ma in aggiunta ad esso, è scoppiata la notizia che Google conserverà i messaggi trasferiti nella sua app Allo, il che solleva davvero alcune domande molto interessanti. È stato segnalato che la comunicazione tra il dispositivo e i server di Google avrà essa stessa crittografia, ma Google stessa potrebbe avere accesso ai log della chat in formato non crittografato.

Inoltre, i rapporti indicano anche che è simile a Gmail e altri servizi Google, questo servizio può fornire supporto alle forze dell'ordine. Ciò è in netto contrasto con le precedenti dichiarazioni dei funzionari legali di Google secondo cui la società non è obbligata a fornire alle forze dell'ordine informazioni a seguito della presentazione esclusivamente di citazioni in giudizio. Poiché questi dati sono aggregati, Google non solo migliora rapidamente il suo sistema di risposta automatica della macchina, ma l'azienda può anche evitare denunce scandalose, come la situazione con Apple iPhone di Farook essere bloccato.

Riepilogo su Google Allo

Nel complesso e per tutta la privacy degli utenti non è una novità per Google e hanno anche conservato le informazioni in precedenza. Tuttavia, questa app è un nuovo modo di sapere cosa esattamente un individuo non sta solo facendo, ma ha anche intenzione di fare in un dato giorno. Questo dovrebbe davvero farci riflettere sul termine privacy degli utenti e sui cambiamenti che ha subito a causa dell'ambiente dinamico del 21 ° secolo.

Ventsislav Krastev

Ventsislav Krastev

Da allora Ventsislav è un esperto di sicurezza informatica di SensorsTechForum 2015. Ha fatto ricerche, copertura, aiutare le vittime con le ultime infezioni da malware oltre a testare e rivedere il software e gli ultimi sviluppi tecnologici. Avendo Marketing laureato pure, Ventsislav ha anche la passione per l'apprendimento di nuovi turni e innovazioni nella sicurezza informatica che diventano un punto di svolta. Dopo aver studiato la gestione della catena del valore, Amministrazione di rete e amministrazione di computer delle applicazioni di sistema, ha trovato la sua vera vocazione nel settore della cibersicurezza ed è un convinto sostenitore dell'educazione di ogni utente verso la sicurezza online.

Altri messaggi - Sito web

Seguimi:
Cinguettio

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...