Casa > Cyber ​​Notizie > Facebook Increases the Bounties for Ad-Related Flaws
CYBER NEWS

Facebook aumenta la Bounties per-Ad correlate difetti

Come gli hacker continuano a mira il mondo della pubblicità online, che è considerato la parte posteriore della Internet economy, sempre più marchi online si trovano ad affrontare la necessità di eliminare la bufala di malvertising. Un esempio fresco per tale azione è nuova iniziativa di Facebook di raddoppiare i premi per gli hacker white hat che rilevare e segnalare le vulnerabilità nella piattaforma pubblicitaria della UI social media e nel codice backend, il cui scopo principale è quello di aiutare nel individuazione, consegna, fatturazione misurare gli annunci. In questo modo gli sviluppatori di Facebook sperano di incoraggiare i ricercatori a conoscere la materia in dettaglio.
Facebook aumenta la Bounties per-Ad correlate difetti
L'iniziativa è un chiaro segno che le aziende Internet grandi sono consapevoli del problema che hanno a che fare con i criminali informatici hanno trovato un modo per trasformare le piattaforme di pubblicità in un impresa estremamente redditizio.

Malvertising è in gran parte legata al click fraud, ma alcuni esperti di sicurezza lo vedono come un livello successivo exploit kit. Esso è sempre più utilizzato come un metodo di distribuzione. Molti ricercatori mettono in discussione l'efficacia del premio raddoppiato come strumento per risolvere il problema malvertising che gli utenti di Facebook e clienti devono affrontare.

Il problema, secondo gli analisti di Invincea, è che ad offerte in tempo reale consente ai vincitori di offerta per reindirizzare gli utenti a contenuti self-hosted che non è controllata dalla piattaforma di annunci. Cyber ​​criminali stanno vincendo tali offerte; questo permette loro di reindirizzare gli utenti a sfruttare kit disponibili on-line solo per pochi minuti, al fine di fornire i payload dannosi al sistema di mira.

Gli esperti segnalano anche un aumento malvertising i cui obiettivi sono appaltatori della difesa come parte di attacchi di spionaggio informatici. Se la campagna di Facebook sta per risolvere il problema malvertising è discutibile, ma almeno il social media sta facendo uno sforzo per prevenire gli attacchi.

Avatar

Berta Bilbao

Berta è un ricercatore di malware dedicato, sognare per un cyber spazio più sicuro. Il suo fascino con la sicurezza IT ha iniziato alcuni anni fa, quando un suo di malware bloccato del proprio computer.

Altri messaggi

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...