Casa > Cyber ​​Notizie > Ufficio NGINX perquisito dalla polizia russa: Soci fondatori sono stati arrestati
CYBER NEWS

Nginx Ufficio perquisito dalla polizia russa: Soci fondatori sono stati arrestati

L'ufficio di uno dei maggior parte dei server web più popolari al mondo Nginx con sede a Mosca è stato perquisito dalla polizia russa. Diversi mezzi di comunicazione riportano indicano che le autorità hanno anche arrestato alcuni dei dipendenti, tra cui due dei co-fondatori della società.




La notizia è arrivata come una sorpresa per molti esperti come è visto Nginx come uno dei contendenti principali per Apache, che è il più popolare web server utilizzato per accendere siti su Internet.

Nginx Mosca Ufficio Raided, Società di Co-fondatori detenuti Dopo l'operazione

Notizia di un'operazione della polizia russa che ha fatto irruzione la sede di Mosca di Nginx, un popolare software web server che è utilizzato per alimentare un numero significativo di siti web su Internet. La ragione di questo sembra essere un denuncia violazione del copyright che è stato rilasciato da escursionista, il gigante di Internet russo. L'azienda dietro il software è stata fondata nei primi anni 2000. adozione diffusa è iniziata più tardi come in 2004 il progetto è stato rilasciato sotto una licenza open-source. Più tardi, nel 2015 la società è stata acquistata dalla American Technology gigante F5.

Correlata: [wplinkpreview url =”https://sensorstechforum.com/evil-corp-hackers-indicted/”]Il male Corp hacker che ha rubato $100 Milioni Incriminato dal DoJ statunitense

Il motivo della denuncia presentata da Rambler è che Igor Sysoev che è uno dei co-fondatori dell'azienda stava lavorando per Rambler quando ha sviluppato la versione iniziale di Nginx. Ricordiamo ai nostri lettori che in molti contratti di lavoro per gli sviluppatori di software c'è una clausola che tutto il lavoro fatto durante l'occupazione azienda è di proprietà del datore di lavoro. Al momento del rilascio iniziale di Nginx Sysoev stava lavorando per l'azienda come amministratore di sistema. La società ha interpretato questo come una ragione sufficiente per avvertire le autorità. La richiesta è stata considerata come valido e il raid è stato condotto.

Rambler ha inoltre affermano che Sysoev stava lavorando sul programma durante l'orario di lavoro e che è stato distribuito illegalmente. Il gigante di Internet ha perdite ancora calcolati per un totale di 51.4 milioni di rubli. Un caso giudiziario è stata riempita sotto Artile 146 (3) del Codice penale della Russia. Nginx non ha ancora emesso un comunicato stampa con i dettagli circa il raid.

Avatar

Martin Beltov

Martin si è laureato con una laurea in Pubblicazione da Università di Sofia. Come un appassionato di sicurezza informatica si diletta a scrivere sulle ultime minacce e meccanismi di intrusione.

Altri messaggi

Seguimi:
Cinguettio

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...