Casa > Ransomware > 63% di università del Regno Unito attaccate per ransomware, FOI Richiesta rivela
CYBER NEWS

63% di università del Regno Unito attaccate per ransomware, FOI Richiesta rivela

ransomware-cyber-sicurezza-quote-stforum

Ransomware è spostato dalla mira ospedali alle università di targeting. Secondo SentinelOne, sei su dieci università britanniche sono caduti vittima di attacchi di virus di crittografia. La società di sicurezza ha inviato un FOI (Libertà di informazione) richiesta di 71 istituti di istruzione superiore in tutto il Regno Unito.

Lo sapevate? Il Libertà di informazione atto 2000 fornisce l'accesso del pubblico alle informazioni in possesso delle autorità pubbliche in due modi:

  • le autorità pubbliche sono tenute a pubblicare alcune informazioni sulle loro attività;
  • i membri del pubblico hanno il diritto di richiedere informazioni da parte delle autorità pubbliche.

È interessante notare che, 13 università hanno rifiutato di soddisfare la richiesta, guidata dal fatto che la partecipazione avrebbe fatto male i loro interessi commerciali.


ERA Risultati: 63% delle Università sono stati attaccati da ransomware

56% ammettono che sono stati attaccati da un virus cripto nel corso dell'ultimo anno. Ciò che è più preoccupante è che una sola università, l'Università di Bournemouth, ha ammesso di essere attaccati 21 tempi separati durante il corso dell'anno!

Il Bournemouth University ha rivelato che gli aggressori chiesto un riscatto nella dimensione di $100. L'Università di Bath è stata estorta per 2 Bitcoin ($1,315), e la Brunel University e Università di Bath Spa è stato chiesto di pagare 5 Bitcoin ($3288) in cambio della decrittazione dei loro dati.

Correlata: Bitcoin e ransomware, Uovo o la gallina

Due importanti strutture educative ammesso di non avere alcuna protezione antivirus (Oxford e Kings College di Londra). Ciò nonostante, anche le università con il software AV segnalato hanno subito attacchi di virus crypto.

Nessuna delle università avvicinato da SentinelOne ammesso a pagare un riscatto. La quantità di riscatto richiesto varia da £ 77 a £ 2299 (5 bitcoin). Brunel è l'unica università che aveva il reato denunciato alla polizia. Il resto delle università ha scelto di affrontare la situazione interna.

Il riscatto più alto pagato da un'università è stato segnalato in Canada. La storia racconta che l'Università di Calgary ha pagato $15,500 per recuperare i dati crittografati sul proprio computer.

E 'chiaro che le autorità pubbliche sono gli obiettivi primari sempre più per gli attacchi ransomware. All'inizio di quest'anno una nuova richiesta FOI ha rivelato che 30% del Regno Unito consigli sono stati le vittime di ransomware.


Perché ransomware si rivolge Università?

I recenti attacchi ransomware tutti hanno qualcosa in comune. La maggior parte di essi non è più stanno prendendo di mira gli utenti su base casuale. operatori ransomware hanno abbracciato un nuovo approccio - si sono trasferiti da campagne di spam aggressive per attacchi mirati volti a importanti istituzioni. Questi attacchi sono in genere innescati da spear phishing, attacchi RDP o compromettendo un unico PC all'interno della rete particolare dell'istituzione.

E 'logico perché gli attaccanti preferiscono le grandi organizzazioni sopra utenti regolari a casa a base di. I primi sono molto più probabile che sia disposto a pagare un riscatto più grande.

Che cosa significa tutto questo significa? Le principali organizzazioni non possono più permettersi di funzionare senza protezione adeguata. software antivirus è un must, così come il software di backup stabile. La ricerca di SentinelOne mostra che le università (nel Regno Unito ma forse altrove) sono negligenti per la loro sicurezza. Affinché il danno di ransomware e malware di essere ridotto al minimo, misure precauzionali devono essere al posto giusto.

Milena Dimitrova

Milena Dimitrova

Uno scrittore ispirato e un gestore di contenuti che è stato con SensorsTechForum dall'inizio del progetto. Un professionista con 10+ anni di esperienza nella creazione di contenuti accattivanti. Incentrato sulla privacy degli utenti e lo sviluppo di malware, crede fortemente in un mondo in cui la sicurezza informatica gioca un ruolo centrale. Se il buon senso non ha senso, lei sarà lì per prendere appunti. Quelle note possono poi trasformarsi in articoli! Seguire Milena @Milenyim

Altri messaggi

Seguimi:
Cinguettio

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termine è esaurito. Ricarica CAPTCHA.

Condividi su Facebook Quota
Loading ...
Condividi su Twitter Tweet
Loading ...
Condividi su Google Plus Quota
Loading ...
Condividi su Linkedin Quota
Loading ...
Condividi su Digg Quota
Condividi su Reddit Quota
Loading ...
Condividi su Stumbleupon Quota
Loading ...